L'opera intitolata "Freedom is transparent" parteciperà ad una serie di mostre. Scopri quali.
exhibitions

“Freedom is transparent”: il dipinto che racconta le libertà.

Bentrovati! Oggi per raccontarvi una bella iniziativa: la call per artisti  sul tema dello sviluppo sostenibile, intitolata “I percorsi del desiderio“. Il mio dipinto moderno astratto “Freedom in transparent” parteciperà ad una serie di esposizioni.  

Festival del Mondo in Comune.

Il Festival è un progetto Co-finanziato dalla Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) AID 11037. L’evento è stato creato con l’intento di diffondere conoscenza sul tema dello sviluppo sostenibile e sui 17 obiettivi individuati nell’Agenda Onu 2030. Una serie di iniziative come incontri, dibattiti, tavole rotonde, avranno come scenario le 18 opere di artisti contemporanei provenienti da 3 continenti selezionati sul tema “I percorsi del desiderio“. 

Gli altri protagonisti dell’iniziativa:

L’evento, rientra tra le iniziative di UmbriaMiCo che ha come scopo quello di attivare il dialogo Nord – Sud seguendo il principio della cooperazione tra comunità.  Tamat, è l’organizzazione capofila dell’iniziativa.  Si tratta di una ONG riconosciuta dal Ministero Affari Esteri e si occupa di sovranità e sicurezza alimentare,  agricoltura. Altro importante partner del progetto è la Regione Umbria.

I Percorsi del desiderio.

Di cosa si tratta? Sono quelle strade, percorsi, scelti da chi va da un luogo all’altro: i desire paths. Pensiamo ai sentieri urbani tracciati dalle scelte delle persone che per raggiungere con maggior facilità una meta, camminano in zone non tracciate dall’urbanistica del luogo. Il tema richiesto fa riferimento, appunto, ai  desire paths (metaforici), a quelle “narrazioni alternative” che portano a percorrere sentieri innovativi e auspicabili.

La mostra d’arte contemporanea itinerante.

Il maestoso Complesso Monumentale di San Pietro, presso il chiostro delle Stelle, sarà la prima stupenda location  della mostra itinerante “I Percorsi del Desiderio”, il giorno 2 giugno 2018.

La mostra d’arte contemporanea, che chiuderà i battenti il 9 giugno, seguirà poi altre destinazioni:  Foligno, Marsciano, San Giustino e Orvieto.