La resa dell'arte. L'esibizione “Vernice Art Fair” è stata rinviata a causa del coronavirus. Stessa sorte per altri importanti manifestazioni.
Scultura moderna di Laura Alunni
exhibitions

La resa dell’Arte al Virus

Ben ritrovati, cari amanti dell’arte contemporanea. Oggi voglio condividere con voi quello che sta accadendo in Italia e nel mondo in conseguenza dei provvedimenti sanitari conseguenti alla diffusione del coronavirus.

Rinviata la Fiera di Forlì e altre importanti manifestazioni

Qualche giorno fa vi avevo annunciato che a Forlì si sarebbe svolta un’importante manifestazione d’arte moderna e contemporanea alla quale avevo in programma di partecipare.

In considerazione delle recenti notizie sanitarie le Amministrazioni pubbliche, per tutelare gli artisti espositori e salvaguardare i visitatori, hanno deciso di rinviare la fiera.

Le nuove date di VerniceArtFair 2020 verranno comunicate dalla Direzione non appena possibile.

Molti altri appuntamenti culturali sia in Italia che nel mondo sono stati rinviati.

La decisione di rinviare o annullare eventi culturali e artistici non riguarda solo Forlì.

Molte altre manifestazioni in programma hanno subito le conseguenze della diffusione del virus.

Per citarne alcune, il MIA Photo Fair di Milano,  il Mercanteinfiera di Parma, la mostra Upgrade in Progress di Geumhyung Jeong presso la Fondazione Modena Arti Visive. 
In Veneto, è stata annullata la mostra Visioni dell’Inferno a Palazzo Roncale in Rovigo. 

Uno scatto della mostra Human Rights. Settembre 2019

Anche a livello internazionale l’arte subisce le conseguenze dell’epidemia

Tra poco più di un mese, infatti, a Hong Kong si sarebbe svolta “Art Basel”, uno degli appuntamenti più importanti per collezionisti d’arte moderna, gallerie d’arte, artisti affermati.

Salta anche la “The European Fine Art Fair – Tefaf Mastricht 2020″.

I musei fiorentini tornano a pagamento.

Tornando in Italia,  presso gli Uffizi, Palazzo Pitti, Giardino di Boboli, Galleria dell’Accademia, Bargello, Cappelle Medicee, Palazzo Davanzati e Museo archeologico nazionale era stata programmata la “domenica gratis” per il giorno 1° marzo.

In questi giorni le amministrazioni hanno deciso che i musei fiorentini, anche i 1° marzo saranno a pagamento secondo le normali tariffe.