Finalista al “Rospigliosi Art Prize” – Vernissage

 
Photo credit:Ufficio Stampa Città di Zagarolo

 

“Convivium Animae”

 

L’opera “racconta” il viaggio dell’arte (cibo) che, in un ambiente cupo, irrompe dall’alto con i suoi colori ed entra nell’anima (che di essa si nutre) fondendosi poi con l’oscurità ed espandendo le sue sfumature ben oltre le dimensioni dell’anima stessa. I colori circoscrivono il bianco (la luce) che attraversa verticalmente il dipinto.  Rimane il buio (sulla parte sinistra). Esso, tuttavia, è necessario: è grazie all’oscurità che l’anima prende vita, cibandosi di arte.
Il titolo del dipinto, “Convivium animae”, trae spunto dal “Convivio” di Dante : il “banchetto” dove conoscenza e arte sono il cibo vitale per realizzare la più alta forma di perfezione dell’anima.
Photo credit: Serenella Loreti 
Photo credit: Serenella Loreti 
Photo credit: Serenella Loreti 
Photo credit: Serenella Loreti 
Photo credit: Serenella Loreti 
Photo credit: Serenella Loreti 
Photo credit: Serenella Loreti 
Photo credit: Serenella Loreti 
 
2018-12-19T08:26:46+02:00