Molti artisti hanno rappresentato l'estate con diverse sfumature. Il colore blu è il protagonista assoluto.
Press

Il colore blu: protagonista assoluto dell’estate

Bentrovati! Con l’arrivo dell’estate è inevitabile pensare al mare e ai suoi colori. Il blu è il protagonista che accompagna spesso opere di artisti di ieri e di oggi. Oggi vorrei raccontarvi questo colore straordinario attraverso alcune opere.

Monet: la danza del mare

In questo dipinto di Claude Monet intitolato “La passeggiata sulla scogliera” movimento e colore suggeriscono la vibrazione del vento e della luce. Le veloci pennellate di blu acceso del cielo di blu verdastro del mare  sottolineano il contrasto tra il loro continuo movimento e la fissità della scogliera in primo piano.

Claude Monet- La promenade sur la falaise-1882

Cabianca: silenzi del cielo.

Nell’opera di Vincenzo Cabianca, celebre artista macchiaiolo, il blù diventa sempre più intenso salendo dall’orizzonte. Il contrasto tra i toni del mare e del cielo segnano il rapporto tra i silenzi della parte alta del dipinto e le presenze (di persone e di vele) della parte inferiore.

Vincenzo Cabianca -Lungomare- 1860

Munch: la fragilità e il mare

Edvard Munch - Inger sulla spiaggia - 1889

Protagonista assoluta del dipinto del celebre pittore espressionista Edvard Munch è sua sorella Inger. Qui il mare è dipinto con i toni di una sera d’estate in Norvegia. Il blù-grigio del mare rivela il mondo interiore della protagonista dando forza espressiva all’abito bianco.

Il mio racconto: Mare nostrum

Proprio all’inizio dell’estate, di circa tre anni fa, ho realizzato questo dipinto moderno astratto in omaggio alla stagione che stava iniziando. Ho scelto una tavolozza con diverse tonalità di blu accostandole ad altri colori come il viola e il verde immaginando che i colori potessero prendere vita attraverso movimento e contrasti. Ho voluto così immergermi nell’atmosfera e nel blu dell’estate.

Laura Alunni- Mare nostrum- 2017

Kandinsky: blù che danza

In conclusione, un’opera di Wassily Kandinsky, uno dei miei artisti preferiti. Il commento vorrei lasciarlo alle sue parole che, meglio di qualsiasi altra descrizione, sono capaci di donarci, ancora oggi, l’emozione di questo straordinario colore:

“L’azzurro, rappresentato musicalmente, è simile a un flauto: il blu scuro somiglia al violoncello e diventando sempre più cupo, ai suoni meravigliosi del contrabbasso. Nella sua forma profonda e solenne il suono del blu è paragonabile al toni gravi dell’organo.

Sky Blue - Wassily Kandinsky - 1940