Babbo Natale è rosso; la stella di Natale è rossa. Se cambiassimo il punto di vista, cosa accadrebbe? Te lo svelo in questo articolo.
Press

I colori (quelli veri) del Natale. Una questione di punti di vista.

Ciao, eccoci arrivati al periodo più scintillante dell’anno.

Vetrine, mercatini, pubblicità, film: tutto ci ricorda che il Natale sta per arrivare.

Forse ti sorprenderà ma il Natale non è (solamente) rosso.

Ti assicuro che è così.

In questo articolo ti svelerò quali sono i veri colori del Natale e perché tutti ( te compreso, scommetto) siano convinti che il rosso lo rappresenti quasi esclusivamente.

Tra poco anche per te il Natale non sarà più (solamente) rosso.

Se è la prima volta che navighi sul mio sito, mi presento: sono un’artista e, da circa 30 anni, espongo in mostre in Italia e in Europa. Ho collaborato con case editrici, fondazioni, gallerie d’arte, fotografi e associazioni per diffondere arte e cultura. Ho uno studio a Perugia, nel cuore verde d’Italia dove creo le mie opere ed incontro appassionati d’arte, collezionisti, amici artisti.

Se invece mi segui da tempo, saprai già che i colori sono il mio mondo e mi piace capirli, studiarli, unirli, trasformarli. Ho imparato a vederli con occhi diversi e ne parlo spesso in questo blog (se l’avessi perso, in questo articolo ho parlato del colore dell’estate).

Ora però permettimi di tornare alla questione più importante:

i colori, quelli veri, del Natale.

Sei pronto? Adesso possiamo iniziare.

Ecco cosa leggerai nelle prossime righe:

  1. Come il colore rosso può influenzare i nostri stati d’animo;
  2. Perché il colore rosso è il più utilizzato a Natale;
  3. Perché Babbo Natale è rosso;
  4. colori (quelli veri) del Natale.

1. Come il colore rosso può influenzare i nostri stati d’animo.

Non ci crederai ma alcuni colori, soprattutto il rosso, possono farti stare male oppure bene; addirittura benissimo.

Ma andiamo per gradi. Ti sei mai chiesto come mai il segnale stradale di stop sia di colore rosso? Un motivo c’è. Sembra che la nostra capacità visiva (gli ottici/oculisti perdoneranno i termini poco scientifici) sia particolarmente sollecitata proprio da questo colore.

In altre parole, anche in condizioni di luce scarsa è più facile distinguere il colore rosso dal blu, per esempio.

E’ proprio grazie al colore rosso che riusciamo a vedere con più facilità: sulle strade, ci avverte di fare molta attenzione.

Se c’è uno stop, dobbiamo fermarci e controllare che non arrivi nessuno, prima di proseguire.
Il rischio c’è ed è quello di farci male oppure di ferire qualcuno.

Il “farsi male”, a sua volta, richiama il colore del sangue.

A me fa un certo effetto vederlo! In molti, addirittura, svengono. Il motivo è evidente: il sangue fa pensare al dolore, alla sofferenza, a qualcosa di cruento.

 

Giusto per alleggerire quest’ultima riflessione, vorrei farti notare come lo stato d’animo della rabbia sia perfettamente rappresentato dalle faccine che usiamo tutti i giorni su social.

Avrai notato che sono rosse!

Se, quindi, vogliamo comunicare questa sensazione, basta utilizzare questa faccina e qualsiasi essere umano in ogni parte del globo terrestre comprenderà il nostro pensiero.

Il traduttore, in questi casi, è completamente inutile: il nostro destinatario sa benissimo che siamo arrabbiati!

Vogliamo parlare d’amore?

Se vuoi bene a qualcuno, il cuore è l’organo che batte più forte, che ti fa “sentire” il sangue nelle vene. Questa volta, il sangue dà una bella sensazione! Glielo vuoi comunicare con un messaggio oppure un oggetto? Basta un bel cuore rosso ed il gioco è fatto.

Arriviamo al dunque (avrei potuto continuare con altri 1000 esempi).

Il colore rosso influenza tutti i giorni i nostri stati d’animo: può farci stare male, stare bene, emozionare, avere paura, comunicare i nostri sentimenti, avvertire il pericolo; addirittura svenire.
Un colore forte!

In campo artisticoe qui veniamo al mio mondo – si tratta di un colore caldo come il giallo oppure l’arancione.

I colori caldi danno energia, forti vibrazioni, emozioni.

Se ti è capitato di frequentare una palestra, avrai notato che spesso le sue pareti sono abbellite da questi colori dominanti. I colori caldi sono molto diversi da quelli freddi: il blù, il verde, il viola, per esempio.

Ora sai perché i banchi di scuola sono (spesso) di color verde chiaro.

I colori freddi sono rilassanti ed aiutano la concentrazione. A scuola bisogna stare concentrati!

Se hai letto “La mia storia” sai perché lo dico!
Scrivimi nei commenti se ci avevi mai pensato!

2. Perché il colore rosso è il più utilizzato a Natale

Ora lascia che ti parli della seconda questione di cui ti accennavo: il Natale e il colore rosso.
L’altra sera ho invitato alcuni amici a cena per gli auguri di Natale. Ho trovato nei cassetti una tovaglia che non ricordavo neanche di avere: una tovaglia rossa con dei piccoli disegni bianchi e verdi.

Perfetta per l’occasione!

Mentre stavo sistemando bicchieri e piatti mi sono chiesta: perché ho scelto proprio questa tovaglia? E’ stato un gesto istintivo, te lo assicuro. Da qualche tempo mi piace riflettere sui miei gesti istintivi. Ho così ripensato ai tanti Natali passati in famiglia, alle vetrine dei negozi, a quel maglione rosso con accenni di neve bianca che ho ricevuto in regalo quando avevo 12 anni.

Non credo sia stato solo istinto, quello di mettere la tovaglia rossa: non era altro che la conseguenza di tutta una vita passata a vedere dappertutto quel colore proprio nel mese di dicembre. Si trattava di un ripetere quello che sapevo da sempre:

il Natale è rosso. Punto.

Se ti vuoi divertire a cercare il perché del colore rosso a Natale, il web è generoso di racconti e spiegazioni.  Il Natale è di colore rosso perché:

  • era il colore del mantello di San Nicola (Santa Claus), un vescovo greco vissuto tra il 270 e il 343, patrono dei bambini;
  • Babbo Natale è rosso (ma di questo parleremo più avanti e ci saranno sorprese);
  • si scambiano baci sotto il pungitopo; la pianta con le bacche rosse;
  • si festeggia in famiglia, ovvero, le origini, le radici;
  • si usa regalare la stella di Natale;
  • è simbolo di fratellanza, amore, sentimenti.

Mi fermo qui.
Il motivo è semplice: possiamo andare a ricercare qualsiasi origine storica o religiosa legata al Natale.

Perché il colore rosso è il più utilizzato a Natale?

Secondo me, il motivo è molto semplice: perché è ciò che abbiamo “respirato” fin da quando eravamo bambini.

I nostri genitori, i nostri nonni, i nostri bis-nonni, hanno vissuto la stessa cosa. Si tratta di un sentimento che ci portiamo dentro: fa parte del nostro codice genetico.
Quando, il mio sforzo di razionalizzare la tovaglia rossa, si è scontrato con questa semplice verità, non ho potuto fare altro che esserne felice: ho compreso di essere l’ultimo pezzetto di un gigantesco puzzle che ha disegnato la mia vita intera.
Quello che scrivo ti risuona in qualche modo? Mi piacerebbe saperlo! Se ti fa piacere condividere la tua personale esperienza, scrivilo nei commenti oppure in una tua mail.

3. Perché Babbo Natale è rosso

Ti sei mai chiesto perché il colore degli abiti di Babbo Natale sia rosso? Ora te lo spiego io. Non ci crederai ma la Coca Cola ha una grande responsabilità sulla questione. In effetti, sembra che proprio il marchio di questa famosissima bevanda, di colore rosso e bianco, abbia avuto un ruolo fondamentale nella trasformazione del nostro amico d’infanzia che ci ha portato così tanti regali.

Lascia che mi spieghi meglio.

Lo so, sarai sconvolto da questa notizia!
Grazie per la pazienza di continuare a leggere ma ne vale davvero la pena.
Già alla fine dell’800 un disegnatore di origine tedesca, Thomas Nast, aveva creato un Babbo Natale paffuto e allegro ma il colore non era ancora entrato in gioco.
In occasione del Natale del 1931, un altro illustratore statunitense, Haddon Sundblom, creò l’immagine di un uomo barbuto e sorridente, vestito di rosso, proprio per la pubblicità di Coca Cola riuscendo così a fissare nella mente di tutti noi il personaggio oggi inconfondibile.

Sembra che Sundblom si sia ispirato alla fisionomia di un anziano vicino di casa dall’aspetto accogliente e rassicurante.

4. I colori (quelli veri) del Natale.

Eccoci arrivati alla fine di questa breve racconto ispirato ai giorni di festa che stiamo vivendo.

Fino ad ora ti ho parlato:

  • di come il nostro stato d’animo reagisca ai colori caldi o freddi,
  • del perché il colore rosso sia il più utilizzato a Natale,
  • di come sia nato il Babbo Natale che oggi tutti conosciamo.

Grazie di aver letto fino a qui perché sto per svelarti i veri colori del Natale.

Prima di farlo, vorrei mostrarti una foto che ho scattato pochi giorni fa proprio a casa mia.

Mentre lavoravo al computer ho girato lo sguardo ed improvvisamente è apparso un meraviglioso arcobaleno! Erano anni che non ne vedevo uno! Spero che la foto trasmetta anche a te l’emozione che ho provato nell’ammirare questo spettacolo della natura: una magia di colori caldi e freddi, l’uno vicino all’altro, stavano dipingendo il cielo.

Proprio sotto ai miei occhi!

arcobaleno a Natale
Non bisogna essere artisti per rimanere senza parole di fronte ad una simile opera d’arte.

Pochi istanti dopo ero alla ricerca di informazioni sugli arcobaleni. In pratica accade questo: la luce attraversa le goccioline d’acqua sospese in aria creando lo straordinario fenomeno ottico ricco di colori; dal rosso al giallo fino ad arrivare al verde, al violetto.
Sembra che noi riusciamo a vederne solamente 7 ma sono molti, molti di più. La cosa più importante è che lo puoi vedere solo se lo guardi da un certo punto di vista: devi avere il sole alle spalle, altrimenti non vedrai nessun arcobaleno.
Dunque, mi sono detta, la magia è possibile solamente se ci sono 2 condizioni:

  1. la luce
  2. il punto di vista

La luce emana tutti i colori che esistono nello stesso istante ma spesso non riusciamo a vederli. Perché?

Dipende dal punto di vista.

Il Natale non è solamente rosso.
Il Natale può essere anche giallo, arancione, verde, blu, indaco.

Dipende da noi.

Dipende dal nostro punto di vista: per vivere la sua magia basta davvero poco.
Mettersi in un luogo luminoso ed osservare tutti i colori della luce.

Proprio tutti.

La meraviglia, la magia, le emozioni, il calore che solamente il periodo natalizio sono in grado di darci dipendono da noi.

Questo è il regalo più bello che possiamo farci a Natale:

metterci nel punto di vista di chi può ammirare un arcobaleno scintillante e pieno di sfumature.
Grazie per avermi letto fino alla fine di questo articolo.
Ne approfitto per augurati di apparecchiare la tavola delle feste con una bella tovaglia verde, di incontrare Babbo Natale vestito di blu, di regalare una Stella di Natale con foglie viola e di decorare il tuo albero con fiocchi arancioni e celesti.

Buon Natale!

Un commento

  • Giampi

    Sai cosa? È proprio vero quello che scrivi. Il Natale cambia colore a seconda del tuo stato d’animo. Grazie Laura! Buon Natale anche a te.
    Con stima.
    Giampi

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *