Un bilancio appassionante ma con qualche domanda: i miei auguri di fine 2019 per te!
Scultura moderna astratta auguri Natale
Press

I miei migliori Auguri!

In questo breve articolo non ti darò notizie o novità sul mondo dell'arte. 

Forse sarai sorpreso di questa scelta.

Il motivo è importante e succede una volta all’anno: oggi, proprio oggi, è la vigilia di Natale 2019.

Mentre scrivo ho il tavolo pieno di carta colorata, fiocchi e piccole opere come dipinti su carta, sculture e tele che ho deciso di regalare alle persone a cui voglio bene. 

Nonostante sia sempre molto importante guardare il presente, quando arriva la fine di un anno è anche tempo di bilanci.

Talvolta, occorre anche osservare il passato!

viviamo questi periodi di feste ripensando all’ultimo anno.

In questo 2019 ho vissuto momenti stupendi ma con qualche domanda in più.

Tante sono state le occasioni emozionanti che ho condiviso con te, nel 2019, in 14 articoli.

Quelli a cui tengo di più, vorrei ripensarli insieme a te in questo breve sguardo all’anno trascorso insieme.

Ti ringrazio delle e-mail che mi hai scritto in questi mesi. E’ stato davvero un bel dialogo!

Mi piace l’idea di partire dalle passato più vicino per tornare all’inizio dell’anno 2019.

Ti ricordi della favola di Hänsel e Gretel? Io da bambina, fantasticavo sulla loro storia: ritrovare il cammino attraverso dei pezzetti di pane.

Questo vorrei fare, insieme a te, mentre mi trovo a scegliere la carta migliore per confezionare i regali.
  • All’inizio dell’anno ho condiviso con te la spinta evolutiva di molti artisti: nell’articolo Dal realismo all’arte astratta – Quando gli artisti diventano indisciplinati ho riflettuto sul percorso seguito da molti artisti.

Lo puoi leggere qui.

  • Gennaio, tempo di Paratissima Art Fair. A Bologna il tempo era davvero pessimo nel gennaio 2019. Armata delle mie sculture della serie Sguardi , sono arrivata presso gli ex Magazzini Romagnoli, sede della fiera d’arte contemporanea dedicata agli artisti emergenti. L’occasione, davvero importante: proprio nelle stesse date si sarebbe svolta la blasonata Arte Fiera di Bologna.

Te ne ho parlato qui.

  • Poi c’è stata Mirabilia, la mostra con altri artisti in una location meravigliosa: Villa Magherini Graziani.

Ho condiviso qui tutti i dettagli.

  • La pubblicazione delle quotazioni e delle mie opere nel Catalogo dell’Arte Moderna Mondadori è stato un momento davvero speciale di cui ti ho parlato

in questo articolo.

  • A Rovereto, per HUMAN RIGHTS? #CLIMA ho presentato la mia personale visione del rispetto dell’ambiente che è stata premiata con la possibilità di mostrarla al pubblico presso la Fondazione Campana dei Caduti.

Qui ti ho riassunto il momento vissuto nella bellissima città del nord- Italia.

  • A Foligno, la personale “Verso il lungo viaggio” mi ha dato l’opportunità di esporre in una città bellissima e non lontana dalla mia (Perugia).

Qui tutti i dettagli.

  • A Padova, ho avuto l’onore di vedere un mio lavoro far parte in modo permanente di un Istituto di cultura. E’ bello pensare che tanti studenti, nel momento più importante della loro vita, siano accompagnati da un mio dipinto!

Ti ho raccontato tutto qui.

  • Un’altra personale: “Silenziosa-mente”. Spesso sento il bisogno di non pensare. A te non capita? E’ proprio in questi momenti che riesco a sentire più chiaramente come dovrà essere il mio prossimo dipinto! A questo sentimento ho dedicato una mostra personale.

Te ne ho parlato qui.

Ecco le “domande in più” del 2019: nel 2020 riuscirò a rispondere?

Come accennavo poco fa, è stato un anno straordinario, pieno di eventi, emozioni, situazioni di crescita e confronto con tanti artisti.

Le domande restano.

Vorrei riassumerle in 3 fondamentali:

  1. Come può, un artista contemporaneo, farsi conoscere in un mondo così concorrenziale?
  2. E’ possibile vivere facendo arte?
  3. Si può essere felici senza circondarsi di arte?

Lo so, temo di deluderti: l’unica risposta che posso darti è solamente alla terza domanda. La risposta è facile: NO.

Quanto alle prime due, ci sono esperti di marketing a cui potrai rivolgerti. Dopo tanti anni passati in questo modo, dopo aver visto tanti artisti abbandonare la propria passione, dopo tante delusioni personali ma anche momenti di fiducia, posso solo dirti che la storia, talvolta,  si ripete.

Penso spesso ai tanti artisti che hanno vissuto senza vendere 1 solo quadro ma che oggi sono quotatissimi. Uno fra tutti, Van Gogh

Ho scoperto da poco tempo che, per pagare l’affitto di casa regalava i suoi quadri al proprietario. Il quale, li metteva nel  caminetto per riscaldarsi. Immagina quante meraviglie sono andate distrutte! 

Che dire? L’augurio è che ciascun artista possa vivere di ciò che crea; che le persone comprendano la grande passione ed i tanti sacrifici che comportano l’ essere artista; che nessun artista rinunci mai al suo sogno.

Vorrei augurarti, infine, che tu riesca a dipingere ciascuna giornata del nuovo anno con tonalità gioiose trovando Arte e serenità in ogni riflesso della vita.

Ti auguro un felice Natale e un 2020 con sfumature chiare, lievi e luminose!

Che i giorni di Festa siano pieni di colori!

Scultura moderna astratta auguri Natale
Infinito- una scultura come regalo di Natale!
Mostre opere d'arte moderna - Laura Alunni vernissage